Progetto Europa

GTS Rail ha nel suo progetto di impresa la trazione dei propri treni in totale autonomia anche in Svizzera e Germania.
Significherebbe avere in questi Paesi le proprie imprese ferroviarie sorelle.
Il vecchio modello di produzione dei treni transfrontalieri prevedeva lo scambio della trazione tra imprese consorziate al confine.
Questo sistema risultava essere altamente costoso ed inefficiente dal punto di vista della qualità e dell’affidabilità.
Si trattava di una sorta di staffetta dove se uno dei partecipanti generava un minimo ritardo, si ripercuoteva in modo distruttivo su tutta la catena.
Il processo ottimale invece prevede che la stessa locomotiva (di tipo DACHI o DACHINL) o al massimo due, percorrano tutto il tragitto da monte a valle e viceversa (ad esempio da Bologna a Zeebrugge B), garantendo alte percorrenze per singola locomotiva e l’attraversamento del confine con il semplice cambio del personale di macchina.
Il primo Paese dove si è avviato il processo è la Svizzera dove la GTS Rail Sagl ha presentato domanda di licenza e certificato di sicurezza.